dieta alcalina

Dieta Alcalina: proprieta’ e benefici

Dieta Alcalina

dieta alcalina  Ma che cos’e’ esattamente una wdscewcwcw wc dieta alcalina ?

Oggigiorno ci sono tanti tipi di diete – alcune buone, altre cattive – ma forse non esiste una dieta migliore per la longevità e per la prevenzione delle malattie che la dieta alcalina.

E’ la dieta che ti aiuta a bilanciare il pH del sangue e dei liquidi nel corpo, comprese le urine. Il tuo pH è parzialmente determinato dalla densità minerale dei cibi che mangi.

Tutti gli organismi viventi e le forme di vita sulla terra dipendono dal mantenimento di adeguati livelli di pH, e si dice spesso che la malattia e disturbi vari non possono attecchire in un corpo che ha un pH equilibrato.

Quando possibile, acquista cibi alcalini biologici. E’ importante conoscere il tipo di terreno in cui i prodotti sono cresciuti, poiché frutta e verdura coltivate in terreni biologici e ricchi di minerali tendono ad essere più alcalinizzanti.

La ricerca mostra che il tipo di suolo in cui le piante vengono coltivate può influenzare significativamente il loro contenuto di vitamine e minerali, il che significa che non tutti gli “alimenti alcalini” sono creati allo stesso modo.

Il pH ideale del suolo per la disponibilità migliore complessiva di nutrienti essenziali nelle piante è tra 6 e 7. I terreni acidi al di sotto di un pH di 6 possono non contenere calcio e magnesio, e i terreni con un pH sopra a 7 possono risultare in ferro, manganese, rame e zinco chimicamente non disponibili. Un terreno che è ben ruotato, sostenuto in modo biologico ed esposto alla fauna selvatica e al pascolo tende ad essere il più sano e ricco di minerali.

Se sei curioso di conoscere il tuo pH prima di implementare i suggerimenti che ti daro’, puoi testarlo acquistando delle strisce appositamente create per questo. Puoi misurare il tuo pH con la saliva o l’urina. La seconda minzione del mattino ti darà i migliori risultati.

Confronta i colori della tua striscia reattiva con un grafico fornito con il kit di strisce reattive. Durante il giorno, il momento migliore per testare il pH è un’ora prima di un pasto e due ore dopo un pasto. Se fai il test con la tua saliva, il pH dovrebbe rimanere tra 6.8 e 7.2.

I cibi alcalini migliori sono frutta e verdure fresche poiche’ favoriscono maggiormente l’alcalinità. Alcune delle scelte migliori includono funghi, agrumi, datteri, uvetta, spinaci, pompelmi, pomodori, avocado, ravanello nero estivo, erba medica, erba d’orzo, erba di grano, cetrioli, cavoli, broccoli, origano, aglio, zenzero, indivia, cavoli, sedano, barbabietola rossa, anguria, fichi e banane mature.

Tutti i cibi crudi garantiscono l’alcalinita’ del corpo; idealmente cerca di consumare una buona porzione di prodotto crudo al giorno. Si dice che frutta e verdure crude siano biogeniche o “vivificanti”. La cottura degli alimenti esaurisce i minerali alcalinizzanti. Pertanto aumenta l’assunzione di cibi crudi e prova la spremitura o frutta e verdura leggermente cotte al vapore.

Proteine vegetali come mandorle, fagioli marini, fagioli di lima e molti altri tipi di fagioli sono buone scelte alcaline.

L’acqua alcalina che ha un pH compreso tra 9 e 11. Invece l’acqua filtrata con un filtro ad osmosi inversa è leggermente acida, ma è comunque un’opzione di gran lunga migliore dell’acqua del rubinetto o dell’acqua in bottiglie di plastica. Anche l’aggiunta di gocce di limone o di bicarbonato di sodio può aumentare la sua alcalinità.

Le bevande verdi a base di verdure verdi ed erbe in polvere sono caricate con alimenti a base alcalina e clorofilla. La clorofilla è strutturalmente simile al nostro sangue e aiuta ad alcalinizzare il sangue.

Altri alimenti da consumare con una dieta alcalina includono germogli, erba di grano, kamut, soia fermentata come natto miso o tempeh e semi.

Quindi la dieta alcalina è quella che include i cibi integrali i quali hanno degli effetti positivi sui livelli di pH del sangue e delle urine.

I benefici di una dieta alcalina comprendono una migliore funzionalita’ del cuore, ossa più forti, diminuzione del dolore e inversione delle carenze nutrizionali.

Se questi contenuti ti sono stati di aiuto condividili con le persone a te care, grazie della tua attenzione.

Comments

comments

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *