E tu rischi l’esaurimento? I 6 Fiori Australiani per dissolvere esaurimento mentale e stanchezza.

L’esaurimento e’ uno stato in cui ti senti svuotato di forza o energia, usurato, esaurito, completamente finito, quindi e’ uno stato di estrema debolezza o stanchezza.

E’ bello sentirsi stanchi al termine di una giornata di lavoro e di gioco, ma il sentirsi esausti è meglio riservarlo per situazioni occasionali. Essere stanco è il modo in cui tuo corpo ti dice che è il momento di rinnovare la tua energia, prendendoti una pausa, un pisolino, andando a dormire, o semplicemente facendo qualcosa di diverso per un po’.

Quando siamo esausti, abbiamo speso non solo la nostra forza, ma anche le nostre riserve energetiche. Invece di fare un piccolo ritiro di denaro, abbiamo svuotato tutto il conto in banca.

Come puoi riconoscere la differenza tra la sensazione di stanchezza e quella di essere esausto? Quando sei stanco, il tuo corpo e/o cervello ti dicono che potresti desiderare di smettere quello che stai facendo per un po’. Se ti fermi per un po’, è più facile ricuperare energia.

Tuttavia, se non ti fermi, di solito hai ancora l’energia per andare avanti, ma userai la tua riserva. Alcune persone sono così abituate a spingere avanti con quello che stanno facendo che non ascoltano i messaggi del proprio corpo o cervello quando gli inviano indicazioni che è il momento di riposare. Abbiamo un senso radicato che il fine giustifica i mezzi, così spingiamo avanti senza nemmeno sentire tali messaggi.

Quando sei esausto, non hai più energia per intraprendere azioni o anche pensare a quello che vuoi fare. Sei totalmente consumato, esaurito, e tutta la tua energia è stata spesa. Ci vuole più tempo per rigenerare la tua energia di quanto ce ne fosse voluto se avessi fatto una pausa quando eri in fase di stanchezza. Il tuo corpo ha impiegato una grande quantità di adrenalina per sostenerti con la tua energia di riserva. Per rigenerarla probabilmente sperimenterai un calo di cortisone, che provoca uno stato privo di ispirazione, con sonnolenza, avendo difficoltà a svegliarti, ed energia molto bassa. A seconda di quanto hai spinto te stesso, questo stato può durare giorni, settimane e anche mesi. Quando sei esausto, sei passato alle estreme conseguenze: hai usato la tua energia per concentrarti e lavorare oltre i tuoi limiti normali e sperimenti una reazione uguale e contraria, con l’incapacità di concentrarti e di estrema stanchezza mentale, emotiva e fisica.

 

Perché spingiamo noi stessi?

Alcune persone equiparano lo “spingere noi stessi oltre i nostri limiti” con l’essere in vita o avere uno scopo. Significa che siamo forti, robusti e in grado di gestire le sfide della vita quotidiana. Ci illudiamo nel pensare che siamo Superwoman o Superman e il maestro della nostra vita. A qualcun altro è stato insegnato attraverso l’esempio dei propri genitori o insegnanti che fare le cose è meglio di essere. Forse altri spingono se stessi come un modo di non fermarsi per non affrontare la tranquillità e la semplicità di essere. Dopo tutto, se non hanno un obiettivo o qualcosa di costruttivo da fare, qual è lo scopo della loro vita?

Spingere noi stessi è importante nella vita. A volte bisogna superare un’inerzia che ci rallenta e spegne la scintilla della vita. Eppure c’è una differenza tra una spinta sana e uno “strafare cronico” che impoverisce le nostre riserve energetiche.

C’è un punto in cui siamo in grado di prendere una decisione consapevole se continuare a spingere avanti e usare le nostre riserve di energia, o riposare e rigenerarci prima di essere esausti. Dobbiamo imparare dove si trova quel punto e le essenze floreali possono essere un valido aiuto in tale processo.

 

La Dipendenza dal “Fare”

Il Monga Waratah è un fiore eccellente per aiutarti a trovare il punto in cui sei in grado di scegliere se spingerti in avanti o riposare. Questa è l’essenza della scelta per la comprensione della dipendenza dal lavoro o dal “fare”. Può aiutarti consapevolmente a trovare un giusto equilibrio tra il fare e l’essere e lasciar andare la dipendenza dal “fare”.

 

L’eccessiva stimolazione mentale

Se la tua stanchezza è il risultato di troppa stimolazione mentale, Tall Yellow Top può essere il tuo rimedio amico. Per coloro ai quali e’ stato insegnato che l’intelletto è il re, questo fiore li aiuta a risolvere la tirannia mentale su tutto il corpo che provoca un vivere solo nella testa, tagliati fuori dai sentimenti e quindi sentendosi isolati. Per esempio, puoi essere felice ed eccitato di lavorare su un progetto quando lo stomaco ti invia il messaggio che è il momento di mangiare. Solo che non vuoi fermarti e mangiare proprio ora. Forse hai solo una certa quantità di tempo in cui è possibile lavorare su tale progetto. Forse hai paura di perdere il flusso creativo. Forse sei più interessato al progetto di quanto lo sei nel fornire a te stesso qualcosa da mangiare. Qualsiasi motivo sia, consenti ai tuoi pensieri di essere più importanti rispetto alle tue richieste corporee. La mente è sotto controllo ed il corpo soffre.

Se ignori il tuo impulso del corpo e continui la tua ricerca mentale, potresti scoprire che hai avuto troppa stimolazione mentale e puoi sentirti addirittura “bruciato”. Rimani con la sensazione di stanchezza ed incapace di far fronte al prenderti cura dei tuoi bisogni.

Il Tall Yellow Top può aiutarti a trovare un equilibrio tra stimoli intellettuali e bisogni corporali attraverso il lenire la tua intensa concentrazione mentale e  ti permette così di abbracciare i bisogni del tuo corpo e le tue emozioni.

 

Esaurimento Emotivo

Mint Bush è l’essenza per recuperarti da esaurimento emotivo ed imparare l’equilibrio. Durante i periodi di cambiamento e confusione potresti ritrovarti soggetto a sbalzi emotivi. Un momento hai fiducia nel tuo processo, la vita è eccitante. Un attimo dopo ti trovi di fronte a tutti i tuoi dubbi interiori e ti senti depresso o hai paura. Le altalene emotive possono lasciarti esausto. Con tanto movimento nei tuoi corpi emozionali, puoi sentirti svuotato ed incapace di affrontare le complessità della tua natura che cambia.

Il Mint Bush ti sostiene nel sapere che il tuo centro si trova proprio dentro di te e quando ti identifichi con il tuo centro, puoi sperimentare situazioni emotive senza divenire loro. Questa essenza ti supporta nel trovare chiarezza, calma ed equilibrio in tempi di grandi cambiamenti interiori ad esempio quando c’e’ confusione e perturbazione in seguito ad un cambiamento di livello di consapevolezza e ti aiuta così a gestirli al meglio.

 

Comportamenti Disfunzionali

Un’altra fonte di esaurimento arriva quando ripeti continuamente gli stessi comportamenti e ti senti frenetico, sovraesposto, troppo impegnato e vai sempre di fretta. Il Black Eyed Susan ti aiuta a lasciar andare vecchi schemi ed abitudini, in modo da rallentare e riposare per non finire esausto.

 

Sovraccarico

Macrocarpa è l’essenza da utilizzare quando ti senti completamente esausto, oppresso e stanco nella profondità del tuo essere. Quando ti senti  “bruciato” di solito ti stai rivolgendo a te stesso in modo troppo duro e credi che sia necessario farlo. Questa essenza ti aiuta a recuperare forza fisica, resistenza e forza interiore agendo a livello delle ghiandole surrenali e quindi della risposta allo stress. Ad esempio la puoi utilizzare in caso di jet lag, un intervento chirurgico, parto o qualsiasi esperienza fisica estenuante.

 

Cambiamenti

Ci sono momenti nella tua vita in cui ti ritrovi di fronte a grandi cambiamenti o situazioni di caos che non puoi evitare. Traslocare è un esempio comune. Quando sei obbligato ad affrontare il caos e cambiare è utile avere un atteggiamento di accoglienza e di fluire con i cambiamenti, piuttosto che cercare di controllare tutto e non accettarlo. Il Bottlebrush e’ il Fiore Australiano che ti dona questo tipo di sostegno. Quando ti aspetti l’inaspettato, non resisti e non crei la lotta. Questa essenza ti aiuta in un cambiamento vitale di atteggiamento che fa la differenza.

 

Come Selezionare il Fiore Australiano più appropriato

Non tutte le essenze descritte sopra saranno indicate per le esigenze specifiche di ogni persona. Diverse persone hanno diversi motivi per essere esausti. Lo stesso processo di esplorazione e contemplazione del motivo per cui ci si sente sfiniti è importante. E’ la base per la selezione di successo delle essenze floreali più benefiche. Di solito, un attento auto-esame può chiaramente mostrarti quali essenze floreali possono essere più appropriate per andare alla radice della tua stanchezza oppure puoi rivolgerti ad un professionista del settore che possa consigliarti la miscela su misura per te.

Una linea guida generale e’ quella di usare sette gocce alla volta, due volte al giorno, direttamente dal contagocce o sciolte in poca acqua per un periodo di tempo cha va da minimo due settimane a massimo un mese.

Comments

comments

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *