Sali minerali e benessere femminile

Sali minerali e benessere femminile

Sali minerali e benessere femminile. Sei una donna a rischio di carenze nutrizionali? Alcuni studi hanno dimostrato che l’assunzione di nutrienti da parte delle donne dipende fortemente da fattori quali il loro stato economico, l’ambiente sociale e culturale e le abitudini personali. I fattori di rischio che rendono più probabile una carenza di minerali includono:

  • il mangiare una dieta altamente elaborata con una bassa quantita’ di frutta e verdura fresche

  • essere vegetariano o vegano

  • essere sottopeso o consumare poche calorie in generale

  • essere in età riproduttiva

  • avere più di 65 anni

Quali sono i minerali specifici che servono ad aiutare te donna a non soffrire di alcuna carenza e disfunzione metabolica?

Innanzitutto il ferro. E’ stato visto che la carenza di ferro e l’anemia sono le carenze nutrizionali più diffuse al mondo, soprattutto tra le donne giovani. Il corpo usa il ferro per produrre emoglobina, un tipo di proteina che trasporta l’ossigeno attraverso il sangue dai polmoni ad altri tessuti in tutto il corpo.

Esistono due diversi tipi di ferro (eme e non-eme), ed il più assorbibile e facilmente utilizzabile dall’organismo è quello che si trova nelle proteine animali come uova, carne, pesce e pollame, mentre le verdure a foglia verde e fagioli sono delle buone fonti a base vegetale.

Le ragazze adolescenti sono a maggior rischio di carenze di ferro e le donne in generale devono stare attente a prenderne abbastanza poiché la domanda di ferro aumenta durante le mestruazioni a causa della perdita di sangue. È stato riscontrato che, a livello globale, circa il 50% di tutte le donne in gravidanza ha un contenuto di ferro molto basso al punto da essere considerato anemico. Quelle donne che hanno riserve adeguate di ferro e vitamina B12, hanno meno probabilità di soffrire di affaticamento, scarsa immunità ed infezioni.

 

Lo Iodio e’ un altro minerale importante per la donna. L’assunzione di iodio è particolarmente importante per le giovani donne che vogliono concepire o gia’ in gravidanza perché svolge un ruolo nello sviluppo del cervello del feto in crescita. È anche fondamentale per produrre quantità adeguate di ormoni tiroidei. La ghiandola tiroidea richiede iodio per produrre gli ormoni T3 e T4, che aiutano a controllare il metabolismo.

La maggior parte delle persone che seguono una dieta occidentale consuma una buona quantità di sale iodato presente negli alimenti confezionati e nei prodotti a base di cereali raffinati, che ha aggiunto iodio appositamente per aiutare a prevenire le carenze. Ma un modo ancora migliore per ottenere lo iodio di cui hai bisogno è quello da cibi ricchi di iodio come le alghe marine e i frutti di mare, che sono le principali fonti alimentari naturali di questo nutriente. Evitare la carenza di iodio aiuta a proteggerti da condizioni come l’ipotiroidismo, l’affaticamento e gli squilibri ormonali.

Il magnesio è uno dei minerali più importanti nel corpo ma anche una delle carenze più comuni. Come elettrolita, il magnesio aiuta a regolare il calcio, il potassio e il sodio ed è essenziale per oltre 300 diverse funzioni biochimiche nel corpo. Su scala globale, l’esaurimento del suolo ha comportato una riduzione del magnesio di molte colture rispetto alle generazioni passate, oltre alle condizioni di salute come disturbi digestivi, sindrome di permeabilità intestinale, stress cronico ed uso di farmaci in corso che possono abbassare i livelli di magnesio nel corpo.

I crampi alle gambe, l’insonnia, gli spasmi muscolari, l’ansia, il mal di testa e i problemi digestivi come la stipsi possono essere tutti segni di carenza di magnesio. Per le donne anziane, il rischio di carenza potrebbe essere ancora maggiore. Alcuni studi hanno dimostrato che molte persone anziane non mangiano cibi ricchi di magnesio, inoltre sono inclini ad avere un ridotto assorbimento intestinale di magnesio, ridotte riserve di magnesio nelle ossa ed eccessiva perdita urinaria. Assicurati di averne abbastanza consumando cibi ricchi di magnesio, come verdure a foglia verde, alghe marine, fagioli, noci e semi.

L’Olio di pesce contenente Omega-3 e’ un altro nutriente importante per il tuo metabolismo energetico. Se non consumi regolarmente il pesce come salmone, sgombro, sardine o tonno, è probabile che tu abbia bisogno di assumere un integratore di olio di pesce omega-3 per prevenirne la carenza. La maggior parte delle persone che seguono la cosiddetta “dieta occidentale” consumano molti acidi grassi omega-6, che sono pro-infiammatori e si trovano in molti alimenti confezionati ed oli vegetali, ma non abbastanza acidi grassi omega-3, che invece sono anti-infiammatori.

I due omega devono bilanciarsi a vicenda affinché cuore, cervello e sistema immunitario rimangano più sani possibile. Un rapporto di circa 2 a 1 di omega-6 e omega-3 è il migliore, prevenendo condizioni come l’artrite, le malattie cardiache, l’Alzheimer, la depressione e altro ancora. Mangiare pesce selvatico più volte alla settimana o assumere un integratore pari a circa 1.000 milligrammi al giorno è il modo migliore per contrastare l’infiammazione ed ottenere abbastanza omega-3.

Ottenere abbastanza calcio è importante per la forza ossea, ma è anche fondamentale per regolare il ritmo cardiaco, aiutare le funzioni muscolari, controllare la pressione sanguigna ed i livelli di colesterolo e molte altre funzioni correlate alla segnalazione nervosa. Il calcio, se consumato con altri nutrienti chiave come la vitamina D e il magnesio, ha dimostrato offrire protezione contro alcune delle maggiori minacce per le donne come le malattie cardiache, l’osteoporosi ed il diabete.

Tuttavia, la carenza di calcio è molto comune tra uomini e donne. Soprattutto perché il calcio non viene assorbito correttamente quando una persona ha bassi livelli di vitamina D e magnesio, inoltre alcune colture che erano normalmente ad alto contenuto di calcio, si sono esaurite di minerali a causa dell’impoverimento del suolo.

Questo elettrolita, che è in realtà il minerale più abbondante del corpo, può essere ottenuto dall’alimentazione mangiando yogurt o kefir e da alcune verdure biologiche come quelle a foglia verde, i cavoli, i broccoli e i fagioli. L’integrazione con il calcio ha i suoi pro e contro, quindi parla con il tuo professionista e prima di tutto prova ad assumerne abbastanza dai cibi.

Assicurati di consumare quanti più minerali possibili te che sei donna, al fine di essere più sana possibile, prevenire qualsiasi  carenza nutrizionale e poterti sentire carica di energia, forza e vitalita’ ogni giorno.

Comments

comments

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *